Dati

Armi, Italia prima anche a livello sportivo

'Made in Italy' il 90% dei fucili usati alle Olimpiadi 2012 per il tiro a volo.
24 Ore Roma, 11 apr. (Labitalia) - L'Italia è protagonista assoluta dell'industria armiera e non solo a livello economico. Il dominio assoluto delle armi e delle munizioni italiane a livello sportivo è stato infatti confermato anche nelle ultime Olimpiadi, a Londra 2012. Per la terza volta consecutiva, infatti, nel Tiro a volo tutte le 15 medaglie in palio nelle 5 specialità sono state vinte imbracciando armi italiane e usando nella maggior parte dei casi anche munizioni tricolori. Dopo Pechino 2008 e Atene 2004 (quando con 6 specialità le medaglie furono 18 su 18), anche a Londra il 'Made in Italy' armiero sportivo italiano ha fatto registrare un risultato pieno, completato dal dato allargato delle finali, dove tutti i 30 ammessi (6 per specialità) usavano fucili italiani. Senza dimenticare che, grazie alla giovanissima Jessica Rossi, campionessa olimpica con record nella Fossa olimpica, il nostro Paese ha raggiunto anche a livello atletico un risultato storico.Alle Olimpiadi di Londra 2012, tutte le 15 medaglie in palio nelle cinque specialità del Tiro a volo (Skeet maschile e femminile, Double Trap maschile, Trap o Fossa Olimpica maschile e femminile) sono state vinte con fucili italiani. Risultato pieno anche per le finali, con tutti i 30 atleti qualificati (6 per specialità) che usavano fucili Made in Italy. Per le munizioni il dato è più basso ma comunque ci vede come il primo Paese fornitore in assoluto. Dei 133 atleti del Tiro a Volo presenti a Londra, provenienti da 59 paesi, il 90% aveva scelto fucili Made in Italy, e l'80% aveva fatto lo stesso per le munizioni. In particolare, gli atleti del Trap e del Double Trap hanno tutti scelto i prodotti italiani.L'eccellenza dei fucili prodotti in Italia ha un legame storico con le medaglie del Tiro a volo. Ecco alcuni dati delle vittorie nelle ultime cinque edizioni: Olimpiadi di Pechino 2008, 15 medaglie su 15 sono state vinte con fucili italiani da atleti di 10 nazionalità diverse, per le munizioni siamo a 10 su 15; Olimpiadi di Atene 2004, 18 medaglie su 18 sono state vinte con fucili italiani da atleti di 13 nazionalità diverse, per le munizioni siamo a 14 su 18; Olimpiadi di Sidney 2000, 16 medaglie su 18 sono conquistate con fucili italiani; Olimpiadi di Atlanta 1996, 11 medaglie su 12 sono conquistate con fucili italiani. Tra le aziende italiane fornitrici della Fitav, ci sono: Perazzi, Beretta, Rizzini munizioni, Fiocchi, Baschieri & Pellagri, Cheddite, Nobel sport Italia.