Politiche

Arci, bene riapertura termini domande servizio civile per stranieri

Dal 4 al 16 dicembre. Palazzini: si aprono nuovi scenari.
24 Ore Roma, 5 dic. (Labitalia) - Arci servizio civile (Asc) rileva "con soddisfazione che la scelta fatta dalla ministra Kyenge, e resa operativa dall'apposito decreto del dipartimento Servizio Civile nazionale, di riaprire dal 4 al 16 dicembre i termini di presentazione delle domande, in questo caso esclusivamente per i soli cittadini stranieri, va nella direzione di favorire l'integrazione del servizio civile italiano con quelli tedesco e francese, già aperti agli stranieri". Lo dichiara il presidente nazionale dell'Asc, Licio Palazzini, aggiungendo che si aprono così "nuovi scenari di collaborazione che potranno essere valorizzati con il semestre di presidenza italiano dell'Unione europea" "E' un giorno importante -prosegue Palazzini - per muovere passi concreti verso l'opportunità per i giovani di effettuare una parte di servizio civile nazionale in un'altra nazione dell’Unione europea, con la possibilità quindi di vivere la cittadinanza europea e superare stereotipi. L'apertura ai cittadini comunitari è rilevante anche in prospettiva della sicurezza e della difesa europea: il servizio civile sta anticipando un passaggio che nel futuro si porrà anche per gli eserciti nazionali". "Ed è anche positivo -prosegue Palazzini- che la ministra Kyenge abbia esteso tale possibilità ai cittadini extracomunitari che, avendo da tempo residenza o soggiorno in Italia, hanno dimostrato di scegliere il nostro come 'il loro' Paese almeno per un periodo rilevante della loro vita e di voler partecipare a quei doveri di solidarietà cui richiama la Costituzione. Resta comunque la necessità -conclude- che questo decreto venga stabilizzato quanto prima mediante un dispositivo legislativo".