Politiche

Turismo: Meroi, qualità carta vincente per rilancio territorio Viterbo

Intervista di LABITALIA al presidente della Provincia in occasione dell'assemblea del comitato tecnico 'Turismo e servizi correlati' dell'Iso, di cui il rappresentante italiano è Uni.
24 Ore Viterbo, 20 mag. (Labitalia) - "Valorizzare la qualità è la carta vincente per rilanciare il nostro territorio. Per questo, è un'occasione unica, e speriamo anche ripetibile, di avere tutti gli esperti che rilasciano a livello internazionale le certificazioni di qualità sul turismo". Lo afferma a LABITALIA il presidente della Provincia di Viterbo, Marcello Meroi, che ha introdotto oggi nell'aula magna dell'università della Tuscia, a Viterbo l'assemblea del comitato tecnico 'Turismo e servizi correlati' dell'Iso, di cui il rappresentante italiano è Uni, Ente nazionale italiano di unificazione. "Non potevamo non cogliere - prosegue - questa occasione, non farla a Viterbo, in una provincia bellissima dal punto di vista turistico, ambientale, naturalistico, culturale. Ci serve per avere una maggiore promozione, per farci conoscere e soprattutto per rilanciare Viterbo, il capoluogo, il suo territorio e l'intera provincia, per dare un'ulteriore valenza di qualità al nostro turismo, alla nostra cultura, alle nostre tradizioni". "Abbiamo quindi colto con grande attenzione - sottolinea Meroi - questa occasione, al fine di dare un'immagine a coloro che poi rilasciano la certificazione di qualità e che quindi sono ai vertici delle scelte turistiche internazionali, di un ambiente che vogliamo certamente promuovere". "E' stata un'iniziativa validitissima - ribadisce - e ringrazio la dottoressa Micaela Manni, con cui stiamo lavorando a un progetto per un territorio più ampio con il consorzio Tiberina, e tutti coloro che hanno collaborato con l'amministrazione provinciale a questa realizzazione. E mi auguro che chi avrà avuto modo di conoscere questo territorio, al di là del rilascio delle certificazioni internazionali, possa anche essere un veicolo positivo per farci ulteriromente conoscere".