Salute

Sesso: Sia, molti giovani con infezioni e irritazioni intime da poca igiene

24 Ore Ropma, 20 mag. (Adnkronos Salute) - Giovani uomini 'allergici' al sapone. Secondo alcune ricerche molti giovani soffrono di infezioni, arrossamenti e irritazioni delle parti intime, causati semplicemente da una scarsa o non corretta igiene. Lo spiegano gli andrologi della Sia (Società italiana di andrologia), annunciando la Settimana della prevenzione andrologica. Cinque giorni di visite gratuite, dal 23 al 27 maggio, per sensibilizzare la popolazione maschile verso una maggior attenzione alla propria salute sessuale, sia in termini di patologie prostatiche, fertilità maschile e disfunzione erettile, sia per quanto riguarda appunto la cura dell'igiene intima, fondamentale per la prevenzione di infezioni e infiammazioni. "I maschi tendono spesso a trascurare l'igiene intima pur sapendo che può essere causa della proliferazione di germi e batteri - spiega Furio Pirozzi Farina, presidente della Sia - Se ne parla poco e con imbarazzo, eppure è uno dei principi basilari per il contenimento delle infezioni, insieme all'utilizzo del preservativo. Per questo motivo gli andrologi italiani vogliono attirare maggiore attenzione sulla prevenzione di fastidiose infiammazioni e irritazione e più complesse malattie a trasmissione sessuale. La buona abitudine, sin dalla giovane età, a pochi gesti quotidiani permette di vivere serenamente la propria vita e quella di coppia scongiurando complicazioni di varia natura".L'igiene intima maschile è importante, quindi, tanto quanto quella femminile. L'uomo deve porre attenzione alla pelle del pene e del prepuzio, particolarmente delicata, alla cute più sottile del glande e alla mucosa del canale uretrale. Nell'uomo, poi, le secrezioni delle ghiandole possono creare un fastidioso ristagno dietro la corona del glande, zona più delicata e più soggetta di altre zone all'attacco di batteri che possono causare infiammazioni e infezioniGli andrologi raccomandano di lavarsi dopo ogni rapporto sessuale e almeno due volte al giorno. Meglio un detergente intimo a pH neutro (ne esistono diversi in commercio dedicati agli uomini) e, in alternativa, un prodotto naturale e non aggressivo. Da lunedì 23 maggio a venerdì 27 maggio sarà possibile effettuare una visita specialistica gratuita in uno degli oltre 220 centri specializzati (pubblici e privati) che hanno aderito al progetto, distribuiti sull'intero territorio nazionale, e chiedere consigli a uno degli oltre 260 specialisti coinvolti. Per individuare il centro più vicino sarà sufficiente chiamare da telefono fisso il numero verde 800-896982. attivo dal 9 al 28 maggio dalle ore 9 alle ore 18 o visitare il sito www.andrologiaitaliana.it, nella sezione dedicata alla Settimana della prevenzione andrologica. "Fare prevenzione è fondamentale, ma è altrettanto importante fare diagnosi precoci di possibili altri disturbi come la difficoltà a svuotare la vescica per la presenza di patologie prostatiche non maligne - approfondisce Pirozzi Farina - In quest'ambito, la ricerca si prepara ad offrire soluzioni terapeutiche che conciliano l'obiettivo del miglioramento della minzione con quello dell'ottimizzazione dell'erezione". In tema di disfunzione erettile "l'attuale portfolio di farmaci a disposizione dell'andrologo permette di 'cucire' su ciascun paziente la terapia ottimale in funzione del particolare quadro clinico e delle singole aspettative. Ai farmaci oggi in commercio, da assumere al bisogno e tutti assolutamente efficaci, si è affiancata una terapia a dosaggio più basso, da assumere quotidianamente. Presto, inoltre, sarà disponibile la nuova formulazione di un farmaco già presente in farmacia, che si scioglie in bocca evitando di doverlo deglutire". L'importante, sempre, è acquistare questi farmaci in farmacia "e non affidarsi ad Internet, alla luce dei considerevoli rischi per la salute". "Altre novità importanti riguardano i preparati a base di estratti vegetali, sia farmaci sia, più semplicemente, integratori alimentari - aggiunge Alessandro Palmieri, segretario nazionale della Sia - Parte di questi, infatti, possono determinare vantaggi terapeutici sulla funzionalità prostatica, altri possono ottimizzare la fertilità maschile".