economia

Banche: avvocato Corte giustizia Ue, valida normativa per limitare bonus (2)

24 Ore (AdnKronos) - Il Regno Unito ha presentato ricorso contro la direttiva Crd, approvata nel 2013 da Bruxelles ed entrata in vigore lo scorso primo gennaio, che prevede l'obbligo di stabilire un rapporto tra la remunerazione fissa e quella variabile dei manager delle banche, che non possono quindi ricevere bonus superiori al 100% del loro stipendio di base o al 200% se lo Stato membro decide di lasciare questo potere agli azionisti dell'istituto di credito. Il Regno Unito, che difende Londra come centro finanziario e bancario globale, ha chiesto alla Corte di annullare le disposizioni della direttiva, sostenendo che fissare limiti alle remunerazioni sia competenza degli Stati membri. Ma per l’avvocato generale Niilo Jääskinen il ricorso è da respingere, perché la normativa non limita la remunerazione totale di un dipendente, in quanto non fissa tetti allo stipendio fisso. Inoltre l'avvocato generale ha sottolineato che le istituzioni Ue hanno voce in capitolo sulle questioni che riguardano la stabilità degli istituti finanziari che operano nell'Unione e ha respinto le preoccupazioni del Regno Unito sulla protezione dei dati, poiché gli Stati membri possono decidere se e come debbano essere condivise le informazioni sugli stipendi dei banchieri.