cronaca

Sanità: in clinica ad Abano debutta 'Stan' per monitoraggio benessere fetale

24 Ore Padova, 20 nov. (AdnKronos) - Un prezioso investimento "per la vita". Il Policlinico di Abano Terme si è dotato in questi giorni di una innovativa apparecchiatura, strategica in Sala Parto. Lo Stan (acronimo che sta per ST-Analysis) è uno strumento che integra la cardiotocografia tradizionale ossia la registrazione dell'attività cardiaca del feto e le contrazioni uterine con l'analisi dell'elettrocardiogramma fetale. In questo modo viene messa in evidenza una eventuale mancata ossigenazione del cuore identificabile proprio con il "tratto S-T" dell'elettrocardiogramma come citato nell'acronimo. Mentre col sistema tradizionale si coglieva la sofferenza fetale ipossica solo con la frequenza cardiaca, questo strumento aumenta l'accuratezza nel rilevare precocemente la ridotta ossigenazione dell'organo principale del feto che è il cuore, quindi mette in evidenza precocemente la sofferenza del cuore e del cervello fetale. In questo modo i medici possono intervenire prima che il danno diventi sostanziale e irreversibile. In pratica, il metodo aumenta l'accuratezza e la tempestività nel cogliere i segni di sofferenza del feto e permette la messa in atto di tutte le tecniche di supporto e di rianimaione in utero del feto e di accelerazione della nascita."L'utilizzo di Stan - spiega Gianluca Straface, responsabile dell'Ostetricia aponense - ha richiesto una adeguata preparazione teorica e pratica nell'applicazione degli elettrodi fetali in travaglio e nella corretta interpretazione dei segnali S-T con la preziosa collaborazione di un membro dell'equipe la dott.ssa Serena Xodo, già abilitata all'utilizzo in uno dei centri più all'avanguardia dell'Olanda. Solo i più moderni ospedali del nord-Europa possiedono questa tecnologia che sicuramente avrà una diffusione nei prossimi anni. Noi siamo i primi nel Veneto ad utilizzarlo e tra i pionieri in Italia".