fatti-del-giorno

Notizie Flash: 3/a edizione - Lo sport (6)

24 Ore (AdnKronos) - Roma. "Poco interesse per la nazionale? Sono i giocatori a doversi imporre sui club". A dirlo è Lilian Thuram, ex stella di Parma, Juentus e Barcellona. Il transalpino ha commentato su Radio 24 il recente sfogo del ct azzurro Antonio Conte in merito allo scarso interesse che circonda gli azzurri: "Le pressioni dei club ci sono sempre state ma sono i giocatori a dover far capire alle loro squadre che alla maglia della nazionale ci tengono davvero, e che per loro e per la loro carriera quella maglia è importante". Thuram, campione del mondo nel 1998 e vicecampione nel 2006 con la Francia, ha parlato anche del cammino europeo che attende la nuova Juventus di Allegri: "La Juventus di Conte ha vinto tanto sul piano nazionale, ha sofferto di più in Europa. Anche stavolta la strada europea è difficile, ma spero possa essere l’anno giusto per questa nuova Juventus". Il transalpino si è espresso in merito alle dichiarazioni di Messi che non ha escluso un addio dal Barcellona: "Nel calcio tutto è possibile. Pensate a Del Piero: avevo sempre immaginato che sarebbe stato tutta la vita alla Juventus, chiudendo la carriera in bianconero. E invece non è stato così". Il derby di Milano è alle porte: "Spero in una gara bella e all’insegna del rispetto tra le due tifoserie. Mancini ritorna in un ambiente che conosce bene e ha già una buona esperienza come allenatore, Inzaghi è all’esordio e allena da poco, ma può far bene", ha commentato Thuram. Ultima battuta sul futuro del Parma e l’inchiesta che lo vede tra gli indagati per il crac di Tanzi: "Spero che il momento difficile dei gialloblu passi. L’inchiesta? Capisco poco dell’intera vicenda, lasciamo che gli avvocati facciano il loro lavoro".