sport

Calcio: Figc vara prime riforme, 'no' Aic a tetto rose e extra Ue/Il punto (3)

24 Ore (AdnKronos) - "E' di fatto uno 'ius soli' sportivo", ha detto Lotito. "Il problema era anche quello di bloccare tutta quella pletora di calciatori che arrivavano dal settore giovanile. Il numero di extracomunitari era dettato proprio da quel meccanismo che faceva transitare da società dilettantistiche giocatori che venivano poi utilizzati solo se diventavano importanti, altrimenti diventavano merce di scambio", ha aggiunto il presidente della Lazio riferendosi a una pratica diffusa fra i club della serie A. "Questa è la madre di tutte le battaglie, perché i club non andranno più a pescare da un serbatoio di ignoti. Non si può pensare di estrapolare da un provvedimento globale un argomento particolare e farne una questione", ha evidenziato Tavecchio, secondo il quale anche la nuova norma sul fair play finanziario contribuirà ad arginare l'afflusso degli stranieri in serie A. "Per prendere Ronaldo servono i milioni e con il fair play finanziario in pochi lo potranno fare", è il suo ragionamento. Il consiglio federale ha anche approvato all'unanimità il budget 2014 e 2015 che, dopo il taglio di 25 milioni deciso dal Coni, "è chiaramente passivo".