economia

Lavoro: Censis, sottoinquadrati 1 statistico su 2 e 1 ingegnere su 3 (2)

24 Ore (AdnKronos) - Un peso, quello dei sotto-inquadrati, che aumenta rispetto al totale degli occupati, passando dal 19,1% del 2007 al 19,5% del 2013 anche se diminuisce in valori assoluti. Un esercito, dunque, di oltre 4 milioni di lavoratori di cui il 53,3% costituito da diplomati, circa 2,3 milioni di lavoratori, e un ulteriore 41,3% da laureati (1,8 milioni di occupati). Se si guarda all’overeducation degli occupati laureati disaggregata per l’indirizzo di studi, infatti, dice ancora il Censis, si scopre che essa è più trasversale di quanto ci si aspetti. Se, infatti, risulta elevata in lauree considerate deboli sul mercato del lavoro, come quelle in scienze sociali e umanistiche (43,7%), è ancora più elevata tra i laureati in scienze economiche e statistiche (57,3%), e riguarda anche un ingegnere su tre. Solo il settore medico e infermieristico si posiziona ampiamente sotto la soglia del 20% (13,9%).