sport

Sport: Censis, strutture scuole in parte deficitarie, divario tra Nord e Sud (2)

24 Ore (AdnKronos) - Negli istituti professionali, invece, "spazi e tempi per lo sport sono molto adeguati solo nel 7,8% e 9,4% dei casi, mentre le attrezzature sono molto adeguate solo nell’1,6% dei casi". Con riferimento alla funzione educativa dello sport, i dirigenti scolastici intervistati ne sottolineano soprattutto "l’efficacia nella promozione della socializzazione tra pari (81,8%), mentre per il 77,4% il ricorso alle pratiche sportive è importante per promuovere atteggiamenti di fair play e di rispetto delle regole della convivenza. Il 69,6% dei dirigenti evidenzia come l’educazione fisica sia funzionale a promuovere stili di vita salutari e, in misura minore (31,1%), a prevenire fenomeni di dipendenza, ad esempio da alcol, fumo, droghe". "Lo sport a scuola è importante per promuovere comportamenti non violenti e contrastare il bullismo per il 65,5% dei dirigenti intervistati, ma è anche funzionale a prevenire la dispersione scolastica, sia in quanto valorizza le competenze individuali dello studente, agendo sull’autostima e sulla costruzione di un progetto di vita (55,1%), sia perché favorisce il benessere dello studente e la costruzione di un clima piacevole (45,1%)", prosegue il rapporto.Attualmente il contributo finanziario aggiuntivo per attività e manifestazioni sportive a scuola è molto limitato: solo il 13,1% dei dirigenti dichiara di avere ricevuto contributi negli ultimi cinque anni, e nella maggior parte dei casi si tratta comunque di finanziamenti pubblici, erogati dagli enti locali, oppure di finanziamenti da parte di associazioni sportive che spesso in cambio possono utilizzare spazi e attrezzature scolastiche per le loro attività.