fatti-del-giorno

Notizie Flash: 1/a edizione - L'economia (7)

24 Ore (AdnKronos) - Roma. Il 15 marzo parte l'identità unica digitale per accedere a tutti i servizi della pubblica amministrazione. L'acronimo è Spid, sistema pubblico per l'identità digitale. Ad annunciarlo e" stato Antonio Samaritani, direttore dell'Agenzia per l'Italia digitale nel corso di una conferenza stampa al ministero della Pa a cui hanno partecipato il ministro per la Pa e la Semplificazione Marianna Madia, l'ad di Telecom Marco Patuano, l'ad di Poste Francesco Caio, il presidente dell'Inps Tito Boeri e Paolo Barberis, consigliere per l'innovazione del Premier Matteo Renzi. Lo Spid, che rientra nel progetto 'Italia Login' sarà operativo inizialmente in sette regioni: Umbria, Toscana, Lazio, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Emilia Romagna e Liguria; inoltre a Firenze,Venezia e Lecce, vi hanno aderito anche l'Inps, l'Inail e l'Agenzia delle Entrate. Inoltre Tim, Poste e Infocert sono identity provider e rilasciano le identità digitali per accedere con Spid ai servizi pubblici e privati. Si punta ad avere uno 'zoccolo duro' di 600 servizi collegati allo Spid da adesso a giugno. Le adesioni saranno progressive "a macchia d'olio sul territorio" come ha spiegato Samaritani e, a distanza di due anni sarà fatto un bilancio anche per verificare se l'identità di primo e secondo livello potranno rimanere gratuite.