politica

Politica: Mattarella, astensione al voto ferita da non trascurare(2)

24 Ore (AdnKronos) - "Le elettrici, sin dalle amministrative del '46, e dal referendum del 2 giugno, parteciparono in massa al voto, smentendo i timori che affioravano nei gruppi dirigenti dei partiti di massa, e conferendo alla nostra democrazia -ha ricordato Mattarella- una forza che è stata poi decisiva per superare momenti difficili e minacce oscure.Questo comportamento possiamo leggerlo, oggi, come un messaggio alle giovani e ai giovani di oggi: dopo tanta fatica per conquistarlo, non si può dissipare o accantonare il diritto al voto"."L'astensionismo -ha rimarcato il Capo dello Stato- è una ferita che nessuno può permettersi di trascurare: la partecipazione politica dei cittadini oggi si è ridotta, e purtroppo questo avviene di più tra le donne. E' compito della politica riguadagnare la fiducia dei cittadini, con coerenza e serietà, con attenzione al bene comune e ai principi di legalità. Il potere non si legittima da se stesso, ma dal servizio che rende alla comunità"."La disaffezione e la distanza, che i cittadini avvertono, va ridotta con una ripresa di vitalità delle istituzioni e dei partiti, che restano -ha concluso il Presidnete della Repubblica- strumento essenziale della vita democratica".