politica

M5S: "ma quale watergate?", e Crimi dà suo numero cellulare in diretta radio

24 Ore Roma, 8 mar. (AdnKronos) - "Ma quale watergate M5S?". E a prova che i grillini non hanno nulla da nascondere, il senatore Vito Crimi dà in diretta radio, ai microfoni di 'Un giorno da pecora' su Radio 2, il suo numero di cellulare. Immediate partono le chiamate e i messaggi dei radioascoltatori, quasi tutte per complimentarsi con l'operato dei Cinquestelle. Sulla vicenda delle presunte mail degli eletti spiate dalla Casaleggio associati, la piattaforma della cosiddetta 'M5Spy' "la usavano in pochissimi - assicura Crimi - forse una trentina di persone, io non l’ho mai usata. Veniva gestita dal nostro ex deputato Artini, che ora è andato nel gruppo Misto”. Si tratta del parlamentare toscano che ha raccontato che, a causa di un guasto, una volta fu costretto a chiamare un tecnico che si rivelò essere della Casaleggio e Associati, che - stando alle sue accuse - avrebbe spiato i contenuti caricati sulla piattaforma.“Innanzitutto - replica Crimi - non è vero che era un tecnico della Casaleggio e poi semmai quello che è avvenuto è il contrario: lui era stato chiamato per verificare se qualcuno in passato aveva spiato quelle mail e aveva tenuto una gestione allegra e spensierata del server”. Per il senatore grillino, dunque, "non è vero che la Casaleggio spiasse quei contenuti", e il tecnico in questione "era venuto per controllare che questo non accadesse e non fosse accaduto”. A prova dell'inesistenza di controllo da parte dei vertici, Crimi dà il suo numero in diretta: "Non ho problemi, mandate anche messaggi oppure chiamate, il mio numero è lo stesso dal 1997".