sport

Vela: Sirena, New Zealand batta Oracle per ridare credibilità ad America's Cup

24 Ore Roma, 8 mar. (AdnKronos) - "Sarebbe bello cercare di portare via la Coppa America a Oracle, e provare a ridare un vecchio splendore. Noi con Team New Zealand abbiamo un team molto forte e competitivo e ce la possiamo giocare. Sicuramente qualcuno ci può riuscire, altrimenti non lo faremmo". Lo skipper di Team New Zealand, Max Sirena, è pronto a battere sul campo di regata il team statunitense di Oracle per ridare anche splendore e credibilità ad una manifestazione che ha perso molto del suo fascino. "Tornare ai monosmoscafi? Sono molto più vicini all'immaginario del velista ed è quindi normale che la maggior parte dei velisti preferiscano i monoscafi per il fatto che siamo cresciuti e abituati a navigare su barche del genere. La cosa più problematica è che sicuramente la Coppa America negli ultimi anni ha perso un po' di credibilità e questo credo sia l'aspetto un po' più negativo della Coppa America di oggi, indipendentemente dalla barca che si utilizza", sottolinea Sirena all'Adnkronos. "Alla fine è una barca a vela, che sia un catamarano o un monoscafo comunque parliamo di una barca a vela. Il problema principale è quello di ridare credibilità ad un evento, che è il più antico al mondo, e che aveva portato tanti appassionati o tanti nuovi ad appassionarsi alla vela, con Luna Rossa, con il Moro di Venezia, con Azzurra, quindi credo ci sia un po' di nostalgia e sarebbe bello cercare di riportare la Coppa ai vecchi splendori", aggiunge il velista italiano.