politica

Roma: Morassut, schede bianche per gonfiare numeri? Non voglio crederci

24 Ore Roma, 9 mar. (AdnKronos) - "Non voglio credere che il numero delle schede bianche e nulle espresse alle primarie sia stato artificiosamente aumentato per rendere il dato del l'affluenza al voto più "dignitoso" di quello reale. Cioè per portare i 43 mila votanti reali (come risultarono domenica sera al mio comitato elettorale) a 47 mila circa. Se questo fosse stato fatto sarebbe puerile e non cambierebbe la fisionomia di un dato dell'affluenza che - sebbene confermi che solo il PD ed il centrosinistra sono in grado di mobilitare decine di migliaia di persone per un tale appuntamento - testimonia una sofferenza ed un distacco serio del nostro rapporto con la città". Così su Facebook il deputato Pd Roberto Morassut, candidato alle primarie di Roma."Essendo stato candidato - continua Morassut - mi faccio in ogni caso parte di questo problema. Dovremmo ragionare su questo e vedere come colmare tutti insieme questo vuoto. Vedo invece che in queste ore si discute poco di contenuti - come del resto se ne è discusso poco durante le primarie nonostante il mio sforzo - e molto di queste meschine cose. E vedo anche che, alla nostra sinistra, ci si preoccupa di come costruire uno schieramento che può rischiare di farci perdere anziché accettare un confronto serio e aperto sulle prospettive possibili di un nuovo governo democratico e di centrosinistra della città. Così rischiamo di non fare molta strada e di non cogliere il segnale netto che molti nostri elettori ci hanno inviato non partecipando alle primarie. La verità in politica non è mai sostituibile con degli artifici e va coltivata con coraggio se si vogliono fare passi avanti reali", conclude.