economia

Energia: al via il Rem 2016, il gas fondamentale per transizione (3)

24 Ore (AdnKronos) - Un primato tecnologico, aggiunge il presidente di Confindustria Energia, Giuseppe Tannoia, "che si rischia di perdere se si dovesse rinunciare alla produzione domestica. L’Italia storicamente è leader nello sviluppo di tecnologie all’avanguardia, che hanno consentito la crescita di intere filiere produttive - dall'idroelettrico alla geotermia, dal solare all'eolico, dal petrolio al gas naturale. Rinunciare all’industria italiana significa delocalizzare la produzione di energia in paesi esteri con il conseguente impoverimento tecnologico e appesantimento della bilancia dei pagamenti". La filiera tecnologica legata al settore energetico in Italia, sottolinea Tannoia, "vale più di 130 miliardi di euro, quella legata al settore della produzione oil& gas vale circa 22 miliardi di euro all’anno che vengono investiti per oltre il 90% esportazioni, per cui l’Italia esporta 20 miliardi di prodotti".A Rem 2016, che si alterna ogni due anni con Omc (Offshore Mediterranean Conference & Exhibition), la più importante vetrina internazionale del Mediterraneo dell’Oil & Gas, partecipano una cinquantina tra aziende e associazioni, si presentano circa 40 papers in 8 sessioni di lavoro. I lavori di Rem 2016 proseguono anche domani.