esteri

Libia: Di Battista, no guerra, sarebbe nuovo Vietnam

24 Ore Roma, 9 mar. (AdnKronos) - "Non si deve andare in guerra in Libia: l'unico risultato sarebbe compattare tutti contro l'Italia, che viene vista come una Nazione che ha già tradito una volta. Se volete un altro Vietnam andate in Libia". Così Alessandro Di Battista, membro del direttorio M5S, nell'Aula della Camera intervenendo dopo le comunicazioni sulla Libia del ministro degli Esteri. "Siamo al trionfo della ipocrisia - accusa Di Battista - Oggi chi ha causato il disastro libico ci dice come uscirne? E come potremmo fidarci di voi? Napolitano spinse per l'intervento militare, fummo scendiletto ed abbiamo destabilizzato la Libia aumentando i flussi migratori". L'esponente M5S ha poi accusato il governo di voler fare la "guerra all'insaputa del popolo italiano. Noi non ci fidiamo di voi".