salute

Tumori: il 'sole per amico', la prevenzione arriva nelle scuole del Lazio

24 Ore Roma, 9 mar. (AdnKronos Salute) - Il 'Sole per amico'. Con questa campagna il Lazio aderisce alla prevenzione primaria del melanoma, il più aggressivo e temuto tumore della pelle: le scuole elementari laziali sono state scelte per ospitare la sesta tappa del progetto educazionale di prevenzione nell'ambito della campagna promossa dall'Intergruppo melanoma italiano (Imi), in collaborazione con il ministero dell'Istruzione e con il patrocinio del ministero della Salute, dell'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) e della Regione Lazio, resa possibile grazie a un'erogazione di Merck & Co. attraverso la sua consociata italiana Msd."La campagna nasce per risvegliare e far crescere l'attenzione dell'opinione pubblica sul melanoma - spiega Paola Queirolo, presidente Imi - e sui rischi legati a una non corretta esposizione, coinvolgendo in particolare i bambini in età scolare e le loro famiglie. Per la prima volta protagonisti sono i bambini delle scuole elementari e i loro genitori, passaggio per noi cruciale considerato l'aumento dell'incidenza dei tumori della pelle proprio tra i più giovani, e visto che le scottature da esposizione solare in età pediatrica rappresentano uno dei principali fattori di rischio", avverte la responsabile Dmt melanoma e tumori cutanei all'Irccs San Martino-Ist di Genova.L'obiettivo, quindi, è insegnare ai più piccoli il modo giusto di prendere il sole - sottolineano gli esperti - e proteggere la propria pelle, attraverso incontri con i dermatologi e gli oncologi che entrano nelle classi, un cartoon con protagonista il simpatico alieno Rey e altri strumenti didattici. "La prevenzione primaria e la corretta educazione sono il fattore più importante di protezione contro il melanoma e rappresentano un investimento importante da parte del servizio sanitario pubblico", afferma Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio e componente della Commissione Politiche sociali e Salute.