politica

Lombardia: Cattaneo su bioetica, punto fermo centralità e sacralità persona

24 Ore Milano, 9 mar. (AdnKronos) - La creazione di un comitato etico regionale, l'introduzione di un 'bollino blu' per certificare l'attività dei comitati etici e la formazione obbligatoria dei medici sui temi del rapporto scienza-etica. E' quanto emerso nel corso del seminario 'Bio-etica-politica: le questioni da decidere', inserito nel ciclo di incontri promossi dall'ufficio di presidenza della regione Lombardia, in collaborazione con Éupolis, dedicati ai consiglieri regionali.Introdotti dal presidente del Consiglio lombardo Raffaele Cattaneo, i lavori si sono sviluppati attraverso i contributi di Paolo Cattorini, professore ordinario di Medicina legale dell'università dell'Insubria, di Bruno Maria Cesana, professore associato di Statistica medica dell'università di Brescia e di Carlo Alberto Redi, ordinario di Zoologia all'università di Pavia. A coordinare il seminario Alessandro Colombo, direttore scientifico di Éupolis. Questo seminario, "tenendo ferme le competenze di Regione Lombardia - ha detto cattaneo - ha il merito di mettere sul tavolo il delicato, ma necessario rapporto tra l’etica, la scienza e la politica. Resto convinto che il punto fermo debba essere la centralità e la sacralità della persona e la ricerca del bene comune. A noi tutti serve un 'dialogo esigente', per usare una felice espressione contenuta nei documenti di questo seminario".