economia

Editoria: M5S, mega fusioni ammazzano concorrenza

24 Ore Roma, 9 mar. (AdnKronos) - "L’ipocrisia del ministro Boschi e di questo governo rispetto al tema del pluralismo dell’editoria oggi in Aula ha raggiunto vette inaccettabili. Mega fusioni come quella tra la Stampa-Secolo XIX e Repubblica avranno l’effetto di fagocitare fette sempre maggiori di mercato e di affossare le testate minori".Così i deputati M5S commentando le parole del ministro Boschi oggi in Aula in merito alla fusione Itedi-Espresso. Dal momento che, aggiungono i deputati, "a quanto si apprende, il matrimonio Agnelli-De Benedetti porterà il nuovo colosso a detenere il 22% del mercato in quel settore, superando il limite previsto del 20%, invitiamo Agcom e Antitrust a esprimersi nei tempi più rapidi possibili per chiarire fin da subito questo punto essenziale".Affermare, come ha fatto Boschi, che il recente provvedimento licenziato dalla Camera sui fondi all’editoria tutelerebbe le piccole e medie imprese, sottolineano, "è assolutamente ridicolo e palesemente falso. Le grandi imprese editoriali, infatti, continueranno a ricevere indirettamente fondi attraverso gli incentivi fiscali per gli investimenti pubblicitari su quotidiani e periodici".