cronaca

Casa: i 'millennials' la vogliono 'mordi e fuggi' e domanda cresce (2)

24 Ore (AdnKronos) - “Dalle ricerche spariscono quasi del tutto solai e cantine, e anche il garage: soprattutto nelle grandi città, i più giovani si spostano con la bicicletta, usano i trasporti pubblici o il car sharing – spiega Alessandro Ghisolfi, responsabile del Centro Studi Casa.it. - È una generazione in movimento che non teme di dover fare qualche scala con i sacchetti della spesa: l’ascensore non è più una priorità fra le caratteristiche dell’immobile ricercato”. La casa è un luogo di condivisione dove ritrovarsi con gli amici e coltivare i propri interessi. Nell’ 80% delle richieste l’elemento che non può mancare è la zona living con cucina a vista, uno spazio ampio dove poter vivere appieno la convivialità di un pranzo o di una cena. La cucina si fonde con la sala da pranzo, ma non perde la sua centralità. Cucinare diventa un evento social, da condividere con le persone più care. “Come emerge anche dal rapporto Censis – prosegue Ghisolfi - questi giovanissimi sono dei Foodies, amano cucinare perché li rilassa e li diverte, e amano tutto ciò che è fatto in casa”Se nell’affitto i Millennials che cercano casa a Milano, Torino, Bologna e Roma si orientano prevalentemente su bilocali, a prescindere dall’età, quando si parla di acquisto gli orientamenti cambiano. In questa categoria sono compresi, infatti, sia giovani studenti sia lavoratori che, superato lo scoglio della prima occupazione, sono alla ricerca della soluzione abitativa definitiva. I giovani tra i 18 e i 24 anni che vogliono acquistare casa, spesso con l’aiuto di mamma e papà, puntano ai bilocali, mentre chi è più cresciuto (25-34 anni) e decide di compiere questo passo cerca trilocali, con una camera in più, che in attesa di allargare la famiglia viene adibita a studio.