politica

Mafia: M5S, Pd vuole indebolire 41bis

24 Ore Roma, 7 apr. (AdnKronos) - “Quello che è accaduto oggi in commissione diritti umani è di una gravità inaudita: il Pd ha usato la commissione per provare ad attaccare la norma sul 41 Bis e indebolirla, finendo così per fare un favore alla mafia”. Ad affermarlo sono i senatori M5S in Commissione Diritti umani, Vincenzo Santangelo e Daniela Donno.“Dopo due anni di audizioni - proseguono - la Commissione ha voluto votare in fretta e furia il parere al Rapporto sul regime detentivo speciale che contiene raccomandazioni al governo affinché, in nome dei diritti umani, si allentino le maglie del regime del 41 bis per i boss mafiosi: la Commissione raccomanda al governo di consentire ai detenuti che hanno scontato parte della pena di avere visite senza il vetro divisorio o di garantire loro la riservatezza di colloqui con parlamentari e consiglieri regionali". "Si tratta di ‘raccomandazioni’ - riconoscono Santangelo e Donno - ma la portata politica e simbolica di questo messaggio è enorme: si sta dicendo che in nome dei diritti umani si possono fare concessioni a un boss mafioso mettendo così in secondo piano il diritto alla giustizia e la stessa sicurezza dei familiari delle vittime di mafia. Avevamo chiesto di avere più tempo per esaminare il testo e una seduta congiunta con la commissione Giustizia e l’Antimafia, consapevoli della portata di ciò che si stava votando e invece nulla. Sorprende infine - concludono i parlamentari 5 Stelle - che a votare favorevolmente sia stato anche un parlamentare di Sel che siede in commissione Antimafia come De Cristoforo".