economia

Lavoro: Politecnico Milano, lo smart working conquista solo 6 pc Pmi Nordest (2)

24 Ore (AdnKronos) - "Lo Smart Working rappresenta un cambio culturale - dichiara Ruggero Targhetta, presidente di Confindustria Padova Sit - significa ripensare l’organizzazione del lavoro e i vincoli legati a luogo e orario per liberare nuove energie dalle persone, lasciando maggiore autonomia a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati. È un nuovo approccio che, grazie alle nuove tecnologie, risponde alle necessità di efficienza e produttività delle aziende promuovendo al contempo la gestione ottimale dei tempi lavoro-famiglia. Ora la sfida del lavoro agile si sposta dai servizi al manifatturiero e può trovare spazio nei nuovi contratti aziendali. È un progetto che rilanciamo in Veneto a imprese e sindacati, nella convinzione che un’organizzazione del lavoro flessibile, volta alla conciliazione di vita professionale e di vita privata, favorisca davvero la competitività delle imprese del territorio"."La diffusione dello Smart Working nelle PMI del Nord-Est - spiega Fiorella Crespi, direttore dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano - risulta limitata come nel resto del Paese. Questo è dovuto principalmente a una cultura organizzativa ancora tradizionale e a una mancata consapevolezza dei benefici ottenibili. Sperimentando gradualmente lo Smart Working e personalizzando le leve di flessibilità sulla base delle caratteristiche dell’azienda e delle esigenze dei propri dipendenti sarà possibile anche per queste realtà innovarsi e valorizzare al meglio il potenziale delle proprie persone".