economia

Crisi: Assonime, riforme non si arrestino, solo così maggior crescita (2)

24 Ore (AdnKronos) - Il Consiglio Direttivo ha perso atto "con soddisfazione del nuovo studio Assonime-Ceps che invita la Commissione europea a rivedere i criteri di applicazione delle nuove regole sul bail-in, riconoscendo, in linea con i Trattati europei, uno spazio più adeguato anche a considerazioni di stabilità finanziaria. Ha anche ricordato l’esigenza di rivedere le regole prudenziali, in particolare nel coefficiente di rischio assegnato ai crediti alle imprese rispetto a quello assegnato alle attività finanziarie, in maniera da ristabilire un piano di gioco livellato tra le principali piazze finanziarie dell’Unione". Il Consiglio ha deliberato l’ammissione tra le imprese associate di Consip, Mitsubishi Electric Europe B.V. e TerniEnergia. Il Consiglio ha approvato anche il progetto di bilancio consuntivo 2015 da sottoporre per l’approvazione alla Giunta del prossimo 14 giugno.Erano presenti alla riunione, insieme al Presidente Maurizio Sella e al Vicepresidente Innocenzo Cipolletta: Luigi Abete, Franco Bassanini, Sandro Buzzi, Fabio Cerchiai, Claudio Costamagna, Carlo De Benedetti, Sandro De Poli, Luca Garavoglia, Pietro Guindani, Marina Natale, Pietro Salini, Carlo Salvatori, Pio Teodorani Fabbri e Massimo Tononi.