esteri

Svizzera: Comi (Fi), dure conseguenze se vince referendum su frontalieri

24 Ore Milano, 24 set. (AdnKronos) - Se domani al referendum nel canton Ticino vincerà chi chiede che sul mercato del lavoro vengano privilegiati gli svizzeri rispetto ai transfrontalieri in arrivo dai Paesi confinanti, "le conseguenze dovranno essere drastiche". E' quanto afferma Lara Comi, eurodeputato al Parlamento europeo per Forza Italia e vicepresidente del Partito popolare europeo. "Se la Svizzera sceglierà il declassamento dei lavoratori frontalieri nel referendum in programma domani, penalizzando dunque i 65mila cittadini italiani, soprattutto delle province di Como e Varese, che ogni giorno offrono il loro contributo in termini di manodopera e ingegno, l’Unione Europea dovrà in modo netto bloccare e sospendere tutti gli accordi di carattere amministrativo, economico commerciale di cui anche la Svizzera ha ampiamente beneficiato in questi anni".Per Comi "o la reciprocità è reale o le porte dell’Europa si devono chiudere per chi pensa solo di ricevere e non dare. Altro che 'prima i nostri': per me vengono prima gli italiani che lavorano ogni giorno, onestamente e con grande dignità, in Svizzera".