economia

Manovra: Furlan, bene previdenza e produttività, male mancato taglio Irpef

24 Ore Roma, 17 ott. (AdnKronos) - "È una finanziaria di notevole portata, necessaria per affrontare temi urgenti del Paese". Questo il commento di Annamaria Furlan, segretario generale della Cisl, sulla manovra finanziaria 2017. "Due elementi in particolare, previdenza e produttività, vanno nella giusta direzione" ha proseguito il segretario. "I sette miliardi messi sulla previdenza sono la base su cui rivedere interamente la Legge Fornero, soprattutto sul piano intergenerazionale per il futuro dei giovani, ma anche strumenti come l'anticipo pensionistico a carico dallo stato è una novità molto importante"."L'Italia deve recuperare in produttività - ha continuato Furlan - e in questo, la detassazione deve servire a rendere più pesanti le buste paga dei lavoratori e delle lavoratrici. L'anno scorso abbiamo sottolineato che gli importi per far scattare la detassazione erano troppo bassi. Oggi, con questa manovra, sono alzati.Una manovra importante che, tuttavia, è carente per quanto riguarda i tagli delle aliquote Irpef. "Se si fosse fatto qualcosa già quest'anno - ha ribadito Furlan - l'indice dei consumi nel nostro paese sarebbe cresciuto. Ora, chiediamo che si apra un confronto sul fisco, in grado di dare risultati positivi come quello avuto sulla previdenza".