economia

Manovra: Sacconi, intervento modesto su produttività

24 Ore Roma, 17 ott. (AdnKronos) - "Nel contesto di una manovra espansiva, è stato purtroppo modesto l'intervento in favore della produttività del lavoro che in Italia registra livelli sensibilmente inferiori a quelli dei Paesi concorrenti". Lo scrive Maurizio Sacconi, presidente della Commissione lavoro del Senato, nel blog dell'Associazione amici di Marco Biagi.Se la platea dei beneficiari si amplia opportunamente da 50 a 80 mila euro, rileva Sacconi, "il salario detassato al 10% passa da 1500 a 3000 euro. Solo nei casi di forme partecipative paritetiche passa da 2000 a 4000 euro. Si ricorda che fino al 2011 la quota di salario detassata arrivava a 6000 euro per la platea prevalente degli operai e degli impiegati". Lo sviluppo della contrattazione aziendale, e in essa del collegamento tra quote crescenti di salario e produttività, sottolinea, "si produce solo con misure forti che incoraggino la flessibilità dell'orario settimanale, il perseguimento di obiettivi di efficienza e altro ancora purché utile alla competitività dell'impresa. Il superamento dell'egualitarismo salariale si realizza solo incrementando la parte variabile che non può tuttavia essere soggetta all'aliquota mariginale. Mi auguro che in Parlamento sia possibile tornare ai 6000 euro del Governo Berlusconi".