politica

Referendum: Stefàno e Uras (Misto), comitati del SO per scelta consapevole

24 Ore Roma, 17 ott. (AdnKronos) - "Noi ci iscriviamo allo stesso partito di Giuliano Pisapia: quello che non accetta che il confronto sulla revisione costituzionale, oggetto del referendum del prossimo 4 dicembre, si trasformi in uno scontro mortale tra le diverse anime del campo democratico e progressista, a danno della prospettiva di un 'governo avanzato' del Paese, nel più ampio interesse popolare". Sono le parole contenute nell'appello dei due senatori del Gruppo Misto di Palazzo Madama, Dario Stefàno e Luciano Uras in vista del referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre per cui lanciano i cosiddetti 'liberi comitati del SO' ."In passato - ricordano - abbiamo già espresso le nostre convinzioni durante la discussione parlamentare e sul merito di questa riforma costituzionale. Una riforma che proprio non vogliamo e non possiamo giudicare come un attentato alle libertà e alla partecipazione democratica"."Le questioni oggetto di questo confronto/scontro non sono mai state il superamento del bicameralismo paritario o la revisione del ruolo del Senato o, ancora, la soppressione di alcuni livelli istituzionali di autonomia locale. Tantomeno la soppressione del Cnel. Certo, vi sono degli elementi di criticità - riconoscono - in primo luogo l'eleggibilità dei Senatori, ed è auspicabile che l'apposita legge elettorale possa risolvere tale perplessità".