economia

Sicilia: crescono anziani e disagio sociale, uno su due a rischio povertà (2)

24 Ore (AdnKronos) - "La situazione è di gravissimo disagio sociale ed economico -ha detto-. Nel territorio regionale si contano migliaia di poveri, di persone che vivono sole, di non autosufficienti. I fondi sono sempre insufficienti ed è ora che si pensi a politiche sociali e sanitarie integrate, con welfare sussidiario e solidale di comunità, che si realizza anche attraverso la medicina territoriale". Da tempo il sindacato chiede l’istituzione di un unico fondo che raccolga tutte le risorse disponibili per il sociale. Ai Comuni il sindaco dei pensionati chiede di "eliminare sprechi e inefficienze anche attraverso la lotta all’evasione fiscale" liberando così risorse utili ad attivare nuovi servizi sociali in grado di rispondere a una povertà crescente. Pesano anche le grandi difficoltà riscontrate dai pensionati nell’accesso ai servizi sanitari. "Da tempo sollecitiamo politica e istituzioni - ha proseguito Giulio - affinché venga sviluppata la dimensione territoriale, con il superamento dell’ospedale come baricentro del sistema e il potenziamento dei servizi territoriali, avvicinando i servizi ai cittadini. La cronaca degli ultimi mesi, più di una volta, ci ha raccontato di malati, per lo più anziani, tenuti giorni interi su barelle o giacigli improvvisati, anche a terra, in attesa di ricovero. I tagli alle risorse a Regioni ed Enti locali compromettono la tenuta dei servizi".