politica

Sicilia: Figuccia (Fi), con Micciché-Alfano rischio percentuali da prefisso telefonico

24 Ore Palermo, 21 ago. (AdnKronos) - "L'accoppiata Micciché-Alfano? La migliore per farci sprofondare a una condizione da prefisso telefonico". Vincenzo Figuccia, il parlamentare regionale siciliano di Forza Italia da settimane in aperto dissenso con i vertici del partito nell'Isola, alla vigilia dell'annunciata conferenza stampa per presentare il programma in vista delle elezioni d'autunno in Sicilia, non sembra aver sotterrato l'ascia di guerra. All'incontro con i giornalisti in programma domani alle 11 a Palazzo dei Normanni è stata annunciata la presenza anche del leader forzista nell'Isola, Gianfranco Miccichè, alle prese da giorni con una difficile quadratura del cerchio. Ma proprio sulla presenza di Micciché non ci sono conferme. Il leader azzurro, infatti, sembrerebbe aver declinato l'invito. "Micciché deve ammettere che sta sbagliando tutto e Berlusconi deve intervenire - dice Figuccia all'Adnkronos -. Occorre ricominciare a lavorare per un centrodestra unitario, è arrivato il momento di mettere la parola fine in maniera chiara a questo vergognoso balletto che va avanti da settimane. Mi auguro che domani Micciché venga, prenda una posizione chiara e lo faccia davanti alla stampa". A chiederlo per Figuccia sono gli stessi elettori di Forza Italia. "Serve un'alternativa credibile a chi ha governato la Sicilia negli ultimi cinque anni, il peggior governo nella storia della Sicilia" dice. Colpa per il 'ribelle' di Forza Italia dello stesso Micciché. "Se abbiamo avuto Crocetta in questi anni - attacca - lo dobbiamo proprio a Micciché, spero non voglia riproporci il replay di quanto accaduto alle scorse regionali".