economia

Astaldi: rivede guidance dopo svalutazione, chiusura anno in perdita

24 Ore Roma, 14 nov. (AdnKronos) - La svalutazione effettuata nel corso del 3° trimestre 2017 non permetterà di rispettare i target di risultato netto previsto per fine esercizio. Si prevede quindi una chiusura di anno con una perdita, sebbene in riduzione rispetto al dato dei primi nove mesi, grazie al positivo andamento industriale, peraltro confermato a livello di ebidta anche nei nove mesi. E' quanto emerge dalla prevedibile evoluzione del gruppo Astaldi. Sono confermati i target per i ricavi con un incremento del 5% a circa 3,15 miliardi di euro e un ebitda margin 11-12%. Le nuove guidance per il 2017 indicano un ebit margin (post-svalutazione) tra il 3% - 3,5%; capitale circolante (post-svalutazione) < EUR 600 milioni; capitale circolante (pre-svalutazione) 900 milioni – 1 miliardo; posizione finanziaria netta prevista è pari a circa 1,15 miliardi.Da un punto di vista industriale, nei prossimi mesi si continuerà a lavorare per il de-risking delle attività, con focalizzazione verso aree a profilo di rischio più contenuto rispetto al passato e verso contratti in epc con previsione di anticipo contrattuale. Grande impegno sarà dedicato al programma di rifinanziamento del debito. In parallelo, si lavorerà per lo smobilizzo delle partite slow-moving del capitale circolante, nonché per l’avanzamento del programma di disposal e di tutte le altre azioni di natura straordinaria previste per efficientare la gestione del capitale circolante gestionale.