cronaca

Sanità: Federfarma Verona, su cannabis terapeutica troppa confusione (3)

24 Ore (AdnKronos) - (Adnkronos) - "Per quanto riguarda la rimborsabilità dei farmaci a base di cannabinoidi essa è regolata dalla deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n. 1428 del 15 settembre 2016. Per i medicinali galenici allestiti in farmacia territoriale, ai fini dell’equità di accesso alle cure, il Ministero della Salute ha stabilito il prezzo al pubblico delle infiorescenze di cannabis e la tariffa che il Farmacista deve applicare a seguito dell’allestimento del medicinale, obbligatoria per tutte le farmacie italiane", precisa."In conclusione, è doveroso precisare che l’effettiva attuale scarsa disponibilità di Cannabis terapeutica per l’allestimento dei medicinali galenici magistrali in farmacia è dovuta ad una elevata richiesta prescrittiva rispetto alle disponibilità programmate dal Ministero della Salute, il quale ha recentemente provveduto ad azioni correttive di adeguamento. Tutto ciò al fine di eliminare a livello nazionale le liste di attesa presso le farmacie per accedere ai medicinali a base di Cannabis terapeutica", precisa. "Come farmacisti, a contatto quotidianamente con i pazienti, siamo consapevoli delle loro difficoltà per la scarsa disponibilità di Cannabis terapeutica ma, nel contesto istituzionale di tutela della salute pubblica che ci compete, ribadiamo con forza che non esistono oggi alternative “commerciali” alla terapia ovvero alternative al medicinale a loro prescritto dal medico, secondo il loro quadro clinico, e preparato in farmacia secondo i criteri di Qualità, Sicurezza ed Efficacia imposti dal Ministero della Salute. Tutto il resto, se proposto come possibile alternativa terapeutica, rientra nella sfera della grave proposta ingannevole", conclude.