economia

Mare: Confturismo veneto, da classifica Bandiere Blu un'informazione parziale

24 Ore Venezia, 7 mag. (AdnKronos) - "Grande disappunto". È la reazione di Confturismo Veneto di fronte alla classifica delle regioni italiane ‘premiate’ con la bandiera blu. Marco Michielli, che guida la Confederazione regionale delle imprese turistiche del Veneto, definisce "parziale la lettura data oggi sui dati  della Foundation for Environmental Education (Fee)". “Il metodo del Fee è quello di assegnare una bandiera per ogni spiaggia, quindi  le regioni con molte piccole località ne ottengono banalmente di più - spiega Michielli - ma questo non rappresenta affatto una classifica di maggior o minore qualità ambientale, e rilevo capziosità nello stilare le graduatorie regionali sulla base del numero dei riconoscimenti assegnati. Così si induce infatti il lettore a una impropria classifica in cui si sottende una miglior qualità complessiva nelle regioni col maggior numero di bandiere blu riconosciute”. “Il Veneto vede confermate tutte le sue 8 bandiere blu nelle 8 località che rappresentano la totalità dell’offerta turistica balneare della regione - dichiara Michielli - Si consideri che con meno di dieci località, il nostro litorale realizza la bellezza di 26 milioni di presenze (25.841.384, per la precisione) e con questa chiave di lettura non potrà mai comparire prima tra le regioni. A ulteriore esempio, in una ipotetica classifica europea la Grecia con le sue 2.200 isole e decine di spiaggette per isola risulterebbe irraggiungibile”.