economia

Agricoltura: Cia a Ue, fare passo indietro sui tagli proposti ai fondi Pac (2)

24 Ore (AdnKronos) - Più in dettaglio, secondo Scanavino, "nella redistribuzione delle risorse tra gli Stati membri, bisognerà tener conto di altri criteri diversi dalla superficie e resta fondamentale il mantenimento delle misure settoriali. Gli agricoltori -spiega- devono poter usufruire di strumenti utili in risposta alle crisi di mercato. La sostenibilità e l’innovazione dovranno essere i pilastri centrali della futura politica per garantire lo sviluppo dell’agricoltura".Il commissario, sostenendo questo approccio, ha ribadito che per lui sarà prioritario consentire agli agricoltori europei di usufruire dell’innovazione tecnologica. Il trasferimento di conoscenza, dalle Università ai campi, consentirà la crescita e lo sviluppo sostenibile. Tra i temi oggetto della bilaterale con Hogan anche le pratiche commerciali sleali, all’indomani della proposta di Direttiva della Commissione per contrastare il fenomeno. “E’ un grande passo per riequilibrare il valore lungo la filiera -ha evidenziato il presidente Cia-. Ora lavoreremo con il Parlamento per cercare di inserire aspetti per noi sostanziali, come l’inclusione delle piccole e medie imprese tra i soggetti obbligati al rispetto della normativa in materia”. L’obiettivo della Commissione Ue sarà quello di garantire una nuova Pac più equa, con norme più semplici e un approccio flessibile. E per questo, conclude Hogan, "il protagonismo degli agricoltori sarà fondamentale per capire e risolvere i problemi che si affrontano quotidianamente".