economia

Agricoltura: Confagri incontra ministro israeliano, benefici da collaborazione

24 Ore Roma, 8 mag. (AdnKronos) - "Quello dell’agricoltura israeliana e della stretta inter-relazione tra mondo produttivo e ricerca scientifica, è un modello da perseguire. L’agricoltura israeliana ha sempre puntato fortemente sull’innovazione per superare i gap strutturali. La razionalizzazione dell’acqua e l’uso di impianti di irrigazione a goccia, le coltivazioni idroponiche senza suolo, la solarizzazione del terreno, il riutilizzo delle acque reflue anche urbane, la fecondazione artificiale delle vacche da latte, sono alcune delle principali iniziative nate o comunque progredite in Israele, grazie alla ricerca, permettendo al settore primario di fare un salto di qualità". Ad affermarlo in una nota è il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti al termine della visita in Israele di una delegazione dell’Organizzazione, su invito di Israel Export Institute e dell’Ambasciata d’Israele a Roma in occasione di Agritech 2018, 20° edizione della mostra internazionale sulle tecnologie agricole e sull’innovazione in campo agroalimentare. Agritech è una delle manifestazioni fieristiche più importanti nel panorama internazionale e una vetrina fondamentale sull’agricoltura del Mediterraneo."In questi anni -osserva Massimiliano Giansanti- abbiamo consolidato un’importante cooperazione con Israele. Dallo scambio di conoscenze e dalla collaborazione tra le nostre agricolture possono nascere importanti benefici".