politica

Governo: Salvini, non faccio pressing su Berlusconi e non frantumo coalizione

24 Ore Roma, 9 mag. (AdnKronos) - "No, non sto facendo pressioni su Berlusconi. Non mi permetto di fare pressioni né di dare lezioni a nessuno. Ieri Berlusconi ieri non l'ho sentito", e "io non metto fretta a nessuno, non sono titolato a imporre niente a nessuno". Ma "se si resta fermi sulle posizioni, l'unica è andare al voto". Lo dice Matteo Salvini, ospite di Circo Massimo su Radio Capital."La mia posizione di oggi è quella di due mesi fa - esordisce - lavoro a un governo che premi il voto degli italiani". Ma "ci sono ancora due veti incrociati, non è cambiato niente: Di Maio dice 'se c'è Berlusconi no', e Fi giustamente dice 'noi non siamo fratelli poveri di nessuno, c'è una coalizione'. E io in mezzo perché nessuno dice no alla Lega".Salvini dice che lui ci proverà "fino all'ultimo minuto utile" a dare un governo politico al Paese, "tutti sanno che se si vuole io sono pronto già domattina". Ma la coalizione di centrodestra resta quella presentata alle elezioni. Salvini -smentendo seccamente "ricostruzioni fantasiose, minacce, ricatti, fideiussioni, proprietà dei simboli"- spiega che la decisione di restare alleato a Berlusconi "è una scelta di coerenza, ci siamo presentati insieme con un programma comune, non cambio idea. Non sono certo io a frantumare le coalizioni".