politica

Governo: opposizione a destre e congresso, Pd si prepara/Adnkronos

24 Ore Roma, 9 mag. (AdnKronos) - Voto a luglio, forse, scampato. Il Pd segue la trattativa in extremis centrodestra-M5S, si prepara all'opposizione del "governo delle destre" e alla battaglia interna su chi guiderà il partito. "Se salta il voto anticipato, avremo tempi più lunghi davanti ed è plausibile che l'assemblea del 19 maggio indica il congresso", dice un big renziano. E chi sarà a guidare il Pd nella fase congressuale? Questo intanto il primo nodo da sciogliere in vista dell'assemblea del 19. Il reggente Maurizio Martina è ufficialmente in campo. Andrea Orlando oggi ha detto di sostenere la sua candidatura. "Mi pare che l'obiettivo sia dare un segretario al partito che imposti un congresso che deve avere un carattere rifondativo. Mi pare che Martina se non ci sono stati cambi di orientamento possa essere questo punto di riferimento sul quale si può riconoscere l'intero partito". "Può anche restare -viene fatto notare dai renziani- ma assicurando che poi non si candiderà alle primarie per la segreteria". Altrimenti a gestire la fase del congresso potrebbe essere il presidente dell'assemblea, Matteo Orfini. Eventualità prevista dallo Statuto Pd, in caso di dimissioni del segretario e di apertura del percorso congressuale. Una figura, quella di Orfini, però non esattamente 'collegiale'. "Ma ci sarebbe la commissione congresso a fare da garanzia" per le varie componenti dem, si spiega dal fronte renziano.