politica

Governo: Buffagni, no a Savona mette a rischio tenuta democratica Paese

24 Ore Roma, 29 mag. (AdnKronos) - “I numeri Lega e 5 Stelle li avevano, per fare un governo. Avevano proposto una squadra di ministri al Quirinale, che ha evidentemente avuto altre priorità rispetto a quella di assecondare la volontà popolare. Il punto non era proporre un altro nome, il punto è che nel momento in cui dici no perché ci sono pressioni dall'estero, perché ci sono temi che nel nostro contratto non ci sono, a questo punto ne va della coerenza politica". Così Stefano Buffagni, deputato del Movimento 5 Stelle vicino a Luigi Di Maio, intervistato ad Agorà su Rai3."Il problema non è la persona inadeguata, ma che si rischia un reato d'opinione preventivo. Se la Germania e le cancelleria europee non vogliono questa persona diventa un problema per la tenuta democratica di questo paese - prosegue Buffagni - Mattarella probabilmente aveva fatto altri nomi come quello di Giorgetti, che ha ritenuto evidentemente di non essere pronto a discutere sui tavoli europei. Si tratta di difendere gli interessi del nostro paese a quei tavoli che sono difficili”.