economia

Visco: destino Italia è quello Ue, non disperdere bene fiducia, sta a noi/Adnkronos (4)

24 Ore (AdnKronos) - Sul fronte delle banche, riflettori sempre puntati poi sulla riduzione dei crediti deteriorati che "deve proseguire con decisione". Un calo che può trarre beneficio "dal progressivo sviluppo del mercato secondario, anche grazie ai primi frutti della riforma delle procedure esecutive immobiliari", dice Visco. Occorre, poi, che "le banche adottino strategie incisive per affrontare le sfide poste dallo sviluppo della tecnologia, dalle pressioni concorrenziali, dai nuovi approcci alla regolamentazione e alla supervisione bancaria".Tra le strade da percorrere, "il contenimento delle spese amministrative e il costo del personale", secondo il governatore "vanno diversificate le fonti di reddito. E' una strada che già si sta percorrendo, lungo la quale si deve proseguire senza esitazioni". Anche su questo versante, Visco parla di fiducia. "L'insufficiente attenzione ai profili di trasparenza e la difformità tra prodotti collocati ed esigenze finanziarie dei sottoscrittori, hanno amplificato gli effetti della crisi", dice Visco. "Preservare la fiducia dei clienti è un dovere degli intermediari", sottolinea ricordando come questo comportamento sia "uno strumento per accrescere la capacità competitiva e sia essenziale per la sostenibilità delle strategie delle banche nel nuovo contesto operativo e di mercato".