politica

M5S: grillini al bivio, ritorno al voto con spauracchio Lega al Nord/Adnkronos (2)

24 Ore (AdnKronos) - Tuttavia c'è chi si dice tranquillo: "Quando si entra nel clima della campagna elettorale - dice Michele Gubitosa, avellinese entrato alla Camera proprio passando dalla sfida uninominale - è come se la chiave girasse, restituendoti tutta l'energia e la carica che serve per affrontare la sfida". Ma resta chi teme di pagare un prezzo troppo alto a un'eventuale alleanza con la Lega. In quest'ottica, la richiesta di impeachment al Presidente. Se Salvini dovesse decidere di non seguire i 5 Stelle, i grillini avrebbero le 'mani libere' per impostare la campagna elettorale puntando il dito contro il leader leghista per inchiodarlo alle sue responsabilità. E più passano le ore più si rafforza la sensazione che Salvini resterà fedele all'asse con Silvio Berlusconi per riproporre lo schema del centrodestra ed entrare a Palazzo Chigi dalla porta principale.Domani all'assemblea congiunta in programma alle 19 Luigi Di Maio farà finalmente il punto con i suoi dopo il naufragio del governo con la Lega. Tra gli eletti alcuni sono pronti a chiedere uno stop alla messa in stato d'accusa del Capo dello Stato, mentre prevale lo scetticismo dei più sull'impeachment ma anche sull'iniziativa di piazza convocata il 2 giugno, Festa della Repubblica, in piazza Bocca della verità. Alcuni tra i 5 Stelle sono decisi a disertare l'evento, fissato in una giornata che dovrebbe unire ma che rischia di dividere ancor di più, esacerbando toni già aspri. "E' un'iniziativa che lascia il tempo che trova - si sfoga a taccuini chiusi un deputato di peso - in questo momento non ci fa gioco, anzi".