lavoro

Food: assegnati Restaurant Awards Lazio 2018

24 Ore Roma, 29 mag. (Labitalia) - Assegnati i Restaurant Awards Lazio, che premiano i migliori ristoranti, le migliori osterie e pizzerie, i migliori chef 'in ascesa'. Sul trono l’Imàgo dell’Hotel Hassler, con il suo chef Francesco Apreda; 'Migliore novità' è Barrique by Oliver Glowig e tra i professionisti in ascesa il miglior chef è una donna, Alba Esteve Ruiz. Organizzata dall’editore di 'MangiaeBevi', Fabio Carnevali, questa la seconda edizione del premio (lo scorso anno 'Premio MangiaeBevi'), che si è avvalsa da una qualificata giuria composta da 74 giornalisti, appartenenti a tutte le più importanti testate del settore, presieduta dai critici gastronomici Jerry Bortolan, Luigi Cremona e Federico De Cesare Viola, che hanno votato sulle candidature ottenute in base al voto medio riportato da ogni ristorante sulle principali guide gastronomiche.“Roma vive un momento di grande movida gastronomica - racconta il presidente Jerry Bortolan - che fa nascere nuovi posti e spinge i grandi della ristorazione romana a dare sempre il meglio per rimanere ai vertici di questo mondo affascinante, ma duro e competitivo". Da parte sua, Luigi Cremona aggiunge: ”Concordo con quanto detto da Jerry Bortolan e aggiungo che la vera importanza di questo premio è aver costruito un panel unico di giornalisti di moltissime testate per dare un quadro reale e unico dello stato dell’arte della ristorazione romana. Inoltre, io che da sempre credo nella professionalità delle nuove generazioni e la sostengo attivamente, apprezzo la creazione dei premi per i giovani professionisti in ascesa”.Fabio Carnevali, editore e organizzatore, racconta così questa avventura: “L’idea è nata un paio di anni fa, è stata per me una grande sfida realizzarla, ma alla fine siamo alla seconda edizione e per tutti noi è una grande conquista. Il nostro è il primo premio della stampa dato alla ristorazione e a novembre arriveremo alla prima edizione nazionale: è una grande soddisfazione aver messo insieme i migliori giornalisti del settore per accendere i riflettori sulla ristorazione che è una delle punte di diamante della nostra Italia”.C’era molta attesa nella capitale per l’assegnazione dei premi, ma alla fine Heinz Beck e la sua Pergola del Rome Cavalieri Waldorf Astoria ha lasciato il passo, per pochi voti e per la prima volta dopo anni, a un altro chef di fama internazionale, Francesco Apreda, con il ristorante Imàgo dell’Hotel Hassler. “Sono emozionato e molto felice - dice Francesco Apreda - e lo condivido con le miei brigate di sala e cucina, e con il nostro patron Roberto Wirth”. Degne di nota anche le affermazioni di Colline Ciociare di Salvatore Tassa, tra i ristoranti delle province laziali, e di Oliver Glowig, con il suo Barrique di Monteporzio. Anche qui la vittoria è arrivata dopo un combattuto duello con Spazio di Niko Romito. Stesso discorso sia nella categoria ristoranti etnici, dove Sushisen supera di misura Hamasei, e nella categoria osterie dove Sora Maria e Arcangelo vince la volata a tre con L’Arcangelo e con Armando al Pantheon. C’è stata la conferma del primato di Roscioli tra i bistrot, nonostante l’incalzare di Mazzo. Per i premi speciali conferma importante per Pascucci al Porticciolo, 'Miglior ristorante di pesce', Metamorfosi di Roy Caceres per la 'Miglior comunicazione digitale', mentre per il 'Miglior format alta cucina-benessere' è stato premiato La Terrazza con lo chef Fabio Ciervo. Per il 'Miglior format innovativo' è stato premiato Hotel Butterfly. 'Miglior cantina' è quella Enoteca Achilli al Parlamento con le sue 30.000 bottiglie e più di 3.000 etichette, con il suo patron Daniele Tagliaferri. Nella battaglia delle 25 'Migliori pizzerie' nuova affermazione di Giancarlo Casa e la sua Gatta Mangiona, che vince anche per la 'Miglior pizza'. Infine, i professionisti: una donna arriva ai vertici della ristorazione romana: Alba Esteve Ruiz di Marzapane è la nuova 'Chef in ascesa'. “È bello essere qui - commenta Alba Esteve Ruiz - con tutti questi amici e, lo ammetto, aver vinto lo è ancora di più. Grazie a mio marito Michel. mio compagno anche in questa avventura e a tutto il mio team”. 'Miglior pastry chef' Andrea Riva Moscara di Barrique, 'Miglior pizza chef' Pier Daniele Seu, 'Miglior sommelier' Luca Belleggia del Pagliaccio e 'Miglior restaurant manager' Achille Sardiello di Pipero.