cronaca

Venezia: aggredisce la fidanzata e i poliziotti intervenuti in suo soccorso, arrestato

24 Ore Venezia, 4 giu. (AdnKronos) - Ieri sera i poliziotti hanno arrestato un giovane ventiseienne, denunciato per resistenza, lesioni, oltraggio e minaccia aggravata a pubblico ufficiale. L’uomo. L.M., originario del bergamasco in forte stato di alterazione alcolica, dopo aver aggredito nella propria abitazione la sua fidanzata, ha assalito gli agenti.Dal racconto della vittima e di un testimone i poliziotti hanno accertato che l'uomo alle 22 circa si trovava in casa con la fidanzata, ad un certo punto è andato in escandescenze e ha aggredito la ragazza fisicamente e verbalmente con gravi minacce. La donna impaurita ha cercato di calmarlo, invano, e approfittando di un momento di distrazione è scappata da casa. Sul pianerottolo è stata però raggiunta dal giovane e lì hanno ricominciato a litigare, fino a quando è intervenuto un loro vicino di casa che ha chiamato il 113, e frappondosi fra i due, è riuscito a far rifugiare la ragazza all’interno della propria abitazione, togliendola dalle grinfie del fidanzato.Le volanti sono intervenute immediatamente e i poliziotti giunti sul pianerottolo hanno cercato di calmare l’uomo che inveiva loro contro e minacciandoli di morte, con parole come “vi taglio la testa”. I quattro agenti con non poche difficoltà sono riusciti a bloccare il violento che intanto ha continuato ad aggredirli con calci e spintoni cercando di farli cadere dalle scale. Per il giovane sono scattate le manette e l’Autorità giudiziaria ne ha disposto la traduzione in carcere.