cronaca

Migranti: Fp Cgil, servizi per welfare e assistenza, no politiche securitarie (2)

24 Ore (AdnKronos) - Tra le proposte della categoria della Cgil, c’è da affrontare "il problema al momento più drammatico: accoglienza e gestione dei richiedenti asilo". Secondo la Funzione Pubblica Cgil, infatti, "l'alto numero di richiedenti, le dotazioni organiche delle Commissioni non definite e comunque insufficienti, determinano tempi di attesa lunghissimi e, conseguentemente, costi elevati per la gestione dei centri di accoglienza. Nell'immediato vanno definite procedure rapidissime per la concessione del diritto di asilo". In generale, e in estrema sintesi, per la Fp Cgil "va ridefinito l'intero sistema immigrazione impiegando risorse in iniziative di più ampio respiro che investano ogni segmento della questione dagli ingressi alle politiche abitative, dall'istruzione alla salute con la costruzione di una politica dell'integrazione che elimini le tensioni sociali". Ruolo preminente, infine, osserva la Fp Cgil, "deve avere la contrattazione, soprattutto quella territoriale e sociale, per definire i contenuti e l'agenda degli interventi che producano scelte concrete, passando per la concertazione di misure precise e la sigla di specifici protocolli territoriali con le rappresentanze sindacali per rendere effettivo l'impegno alla lotta al caporalato e il rispetto dei diritti, insieme al rilancio di politiche per le abitazioni, per l'istruzione e per la salute. Ribadiamo su questo punto la centralità dei servizi pubblici per l'impiego e il collocamento, unici soggetti che garantiscano al tempo efficacia e legalità".