economia

Turismo: Filcams-Cgil, estate in positivo ma non per lavoratori (3)

24 Ore (AdnKronos) - "Il turismo merita di più - afferma la Filcams Cgil Nazionale - anche con una seria e attenta discussione per quanto riguarda il legame tra qualità del lavoro e qualità dei servizi offerti. L’industria turistica, che rappresenta orma il 12% del Pil nazionale, ha bisogno di competenze e costante aggiornamento professionale e la reintroduzione dei voucher, non va sicuramente in questa direzione." A chi sostiene che i voucher sono uno strumento utile solo a gestire le emergenze e i picchi di lavoro, la Filcams afferma che "i contratti nazionali di settore rispondono già a questa esigenza – con vari tipi di part time, il lavoro extra e di surroga, l’apprendistato in cicli stagionali, - tipologie contrattuali che non eliminano le tutele: TFR, tredicesima, malattia, maternità." Anche per questo la Filcams Cgil ha lanciato "Non c’è turismo senza lavoro, non c’è turismo senza tutele", una campagna di comunicazione rivolta ai lavoratori stagionali del settore e alla tutela dei loro diritti. "Non c'è turismo senza la tutela del patrimonio artistico e culturale, non c'è turismo senza la tutela dell'ambiente e del paesaggio, non c'è turismo senza la tutela dei lavoratori, dei loro diritti e delle loro professionalità", conclude.