cronaca

Ambiente: oggi le Mamme No Pfas presentano video alla Camera dei Deputati (2)

24 Ore (AdnKronos) - "Riteniamo che l’attuale versione della Direttiva sulle Acque per il consumo umano redatta a livello comunitario non garantisca e protegga la salute e l’ambiente: i limiti posti per i composti perfluoroalchilici a catena lunga sono molto più elevati di quelli della Regione Veneto e per i Pfas a catena corta non viene posta soglia alcuna. Questa nuova generazione di Pfas è documentato essere anch’essa pericolosa e bioaccumulabile", spiegano. "La mancanza di limiti nazionali ha creato un buco normativo che ha permesso che questo disastro ambientale accadesse a norma di legge! L'adulterazione dell'acqua è già reato in Italia quello che manca è la correlazione tra inquinamento e patologie. I limiti a zero pfas saranno l'unica scelta possibile per garantire l'innocuitá di queste sostanze", avvertono."Questa è un'emergenza sanitaria senza precedenti in Italia, e lo Stato ha il dovere di proteggere la popolazione per prevenire queste situazioni - sottolineano le 'Mamme No Pfas' - Da due anni chiediamo che siano posti dei limiti nazionali e il Ministro Costa, nell'incontro con i gruppi No Pfas del Veneto dell' 11 settembre 2018, li aveva promessi davanti a vari gruppi e associazioni. La Regione Veneto li ha stabiliti nel 2017".