economia

Venezia: Gruppo Zaia, nessun veneto deve pagare per sbarcare nella nostra capitale

24 Ore Venezia, 10 gen. (AdnKronos) - “Venezia è un patrimonio di tutto il mondo. Ma è prima di tutto la capitale del Popolo veneto e, come tale, non è pensabile che un veneto debba sostenere un costo per visitare la nostra città. Ecco perché è doveroso prevedere misure di esenzione dal ticket di sbarco nel nostro capoluogo per i Veneti stabilendo anche, come suggerito dal nostro presidente Zaia, delle agevolazioni per le famiglie”. Sono le parole di Silvia Rizzotto, Presidente del gruppo consiliare Zaia Presidente, che in una nota annuncia “la presentazione di una risoluzione per invitare il sindaco di Venezia a esentare i veneti dall’applicazione della tassa di sbarco introdotta dall’ultima legge finanziaria e a valutare riduzioni del ticket a favore delle famiglie con figli". "Non è pensabile che i genitori con bambini che arrivano nel nostro capoluogo - continua a spiegare la Capogruppo Rizzotto - paghino quanto i singoli cittadini. Il Comune di Venezia ha annunciato che dovranno essere ancora valutate le modalità di impiego di questa nuova tassa, ma è opportuno pensare fin da subito ad agevolazioni per i nuclei familiari. Siamo consapevoli che questa magnifica città comporta una serie di obblighi ed impegni economici notevoli"."Ma al di là del fatto politico che Brugnaro deve ringraziare questo Governo per aver accolto questa richiesta, ora si deve dotare di uno strumento equo e imparziale, perché i Veneti meritano di visitare Venezia gratuitamente tutte le volte che lo vogliono”, chiude la Rizzotto.