economia

Tav: Ciambetti (Veneto), 'non realizzarla segna emarginazione sistema Paese'

24 Ore Venezia, 10 gen. (AdnKronos) - “Attendo anch’io di poter leggere l’analisi costi-benefici sulla Tav anche se, sulla scorta delle prime indiscrezioni, non è del tutto improbabile che un gruppo di lavoro con esperti come il professor Marco Ponti, notoriamente scettico se non contrario alle grandi opere, può aver dato maggior rilevanza ad alcuni aspetti rispetto ad altri nelle proprie valutazioni. Una analisi di questo genere non è facile e penso che animerà anche discussioni tecniche che mi auguro siano tutte di alto profilo”. Così Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto, all’indomani delle notizie relativamente alla consegna della bozza dell’analisi costi benefici sulla Tav. “Valutare la realizzazione di un’opera come la Tav non è un calcolo algebrico: in gioco entrano molti fattori non sempre facilmente quantificabili in termini economici. Personalmente ritengo che il Paese abbia bisogno di forti investimenti e dico che la Tav è l’asse necessario per il trasporto su rotaia: la sua realizzazione avrà riflessi innegabili anche nel trasporto regionale - spiega Ciambetti - proprio in anni in cui è necessario sostenere l’impegno per il trasporto ferroviario: pensiamo all’andamento climatico e all’inquinamento atmosferico nella pianura Padana".