cronaca

Migranti: sindaco Verona, 'dl sicurezza ci è chiesto dai cittadini

24 Ore Verona, 10 gen. (AdnKronos) - “Oggi all’Anci c’è stato un confronto politico molto duro. Nonostante le premesse del presidente Antonio Decaro, abbiamo assistito al solito copione che già si era consumato nei giorni scorsi con i sindaci di sinistra che hanno snocciolato obiezioni di dettaglio senza tenere conto dell’impianto generale della legge. Eravamo presenti anche noi sindaci firmatari della lettera a sostegno del ministro per ribadire che ci possono essere aspetti modificabili, ma almeno abbiamo un punto di partenza concreto che aiuta le città a governare la presenza di immigrati". Così il sindaco di Verona, Federico Sboarina al suo rientro in città dopo aver partecipato al direttivo nazionale Aci sul tema che ha discusso del dl Sicurezza."Ce lo chiedono i cittadini, chi non lo capisce e continua con il solito buonismo non fa altro che perdere elezioni e produrre debiti nelle casse pubbliche. Qualcuno deve decidere quanti immigrati possono essere ammessi in Europa, senza il ministro Salvini saremmo stati ancora la zattera a cui tutti si attaccano. Oggi, invece, va riconosciuto al ministro che con la sua azione c’è stata riduzione drastica degli sbarchi e dei morti in mare", avverte il primo cittadino di Verona.