economia

Industria: Pirani (Uiltec), 'per rilanciare produzione ripartire da energia'

24 Ore Roma, 11 gen. (AdnKronos) - "Ci impensierisce la flessione congiunturale registrata su base congiunturale della produzione industriale in Italia nel 2018, perché conferma una tendenza che purtroppo si va consolidando: si tratta di un’oggettiva debolezza dei livelli di attività del settore in questione. Solo per fare un esempio, soffre la produzione energetica, se la cava quella farmaceutica. Bisogna reagire subito". Così Paolo Pirani, il segretario generale della Uiltec nazionale ha commentato i dati diffusi oggi dall’Istat e relativi alla produzione industriale dello scorso anno."Ci vuole - sottolinea Pirani - una vera e propria politica industriale basata su scelte precise e concrete mirate a salvaguardare in particolar modo il settore manifatturiero. Il ruolo che può giocare il sindacato , insieme alle altre parti del sistema sociale, è quello di contribuire alla realizzazione di un circolo virtuoso basato sull’approvvigionamento energetico in un contesto industriale sicuro e sostenibile. In questo spazio occorre determinare investimenti in ricerca, ammodernamento e realizzazione di nuove infrastrutture di sistema. Solo così si possono favorire le condizioni di sviluppo occupazionale e di vantaggio economico per imprese e consumatori". In quest’ottica, conclude, "può crescere la produzione industriale e realizzarsi un’effettiva ripresa dell’economia italiana. A nostro giudizio è indispensabile un vero e proprio ‘Patto nazionale’ nell’interesse delle nuove generazioni che necessitano di condizioni migliori per guardare al ma anche di sviluppo economico e lavoro".