politica

Autonomia: indipendentista Morosin, 'nel Veneto ha radici millenarie' (2)

24 Ore (AdnKronos) - "Ma il punto è un altro. Il punto è che l’Italia politica, forzatamente unitaria e centralista, creata nel Risorgimento, cozza con la realtà creativa e dinamica della penisola italiana del Rinascimento. E oggi dinanzi a due fallimenti, ossia all’inesorabile declino dell’Italia e dell’Europa, la via di uscita non è mettere gli uni contro gli altri, Nord contro Sud Italia, ma liberare i territori della penisola, che hanno la capacità, le competenze, i mezzi e l’esperienza di autogoverno, dal fardello burocratico e governativo di uno Stato centralista, spendaccione, dissipatore di risorse, indebitato, ingovernabile, che con la sua giacobina “unita e indivisibilità“ è solo destinato a cadere come il muro di Berlino", avverte. "L’autonomia è e resterà solo un’illusione, che l’Italia non vuole e non può concedere. Il Popolo Veneto dovrà agire necessariamente reiterando il percorso di autodeterminazione convocandosi in un referendum di voto sull’indipendenza, sull’esempio catalano, ovvero per via pacifica, democratica, istituzionale (veneta)", annuncia l'indipendentista veneto.